REGUZZO SkyRace 2019 – edizione zero – classifiche, foto e resoconto

CLASSIFICA

Dominio dei rappresentanti dell’Atletica Alta Valtellina nell’edizione zero della Reguzzo Skyrace: vincono Simone Bertini nella categoria maschile e Elisa Compagnoni in quella femminile.

Novanta sono stati gli atleti che tra corsa e camminata hanno partecipato alla rinnovata manifestazione sportiva non competitiva organizzata con l’intento di promuovere l’attività sportiva da I Dolcissimi asd. Il nuovo percorso è stato estremamente selettivo: i 16km con oltre 1.600 metri di dislivello positivo e 850 negativo hanno messo a dura prova i partecipanti. Ma tra coloro che hanno accettato la sfida l’opinione generale al termine della gara è stata di un percorso veramente duro, impegnativo e proprio per questo molto bello e con scenari mozzafiato all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi.

La manifestazione ha preso il via puntuale alle 9:00 da località Briotti (Ponte in Valtellina – SO). Giusto qualche centinaio di metri in piano per scaldare i muscoli e poi su, in verticale a risalire la montagna quasi senza tregua fino al punto più alto la Bocchetta Reguzzo (2.622 metri di quota). Da qui è cominciata una discesa molto tecnica di circa 5km che ha portato all’arrivo posto alla diga di Santo Stefano.

Decisamente più accessibile la camminata che ha affiancato la corsa: partenza sempre da Briotti e arrivo a Santo Stefano per un totale di circa 6 km con un dislivello positivo di 850 metri.

Per quanto riguarda l’aspetto agonistico, le posizioni si sono definite abbastanza chiaramente fin dalla prima parte di percorso sia nella categoria maschile che in quella femminile. Tra gli uomini trionfatore è stato Simone Bertini dell’Atletica Alta Valtellina che ha chiuso con il tempo di 1h53’40’’. Secondo è giunto Walter Trentin (GP Rupe Magna) in 1h57’55’’ seguito da Mirko Pedroli (Mountain Race) 2h01’15’’. Decisamente più marcati i distacchi nella categoria femminile: Elisa Compagnoni, anche lei rappresentante dell’Atletica Alta Valtellina, ha chiuso con il pregevole tempo di 2h14’09’’ distanziando di quasi 50 minuti la seconda classificata Barbara Masa (Sportiva Lanzada) 3h05’20’’. Terza è giunta Simona Lino (Sportiva Lanzada) in 3h11’55’’.

A premiare gli atleti è stato un commosso Claudio Nana, marito di Stefania Fendoni tragicamente scomparsa nel 2016 e alla quale è stata dedicata la manifestazione. Il trofeo alla memoria Stefania Fendoni (gran premio Rifugio Donati) è stato assegnato a Elisa Compagnoni.

L’associazione sportiva dilettantistica I Dolcissimi ha cercato come sempre di curare ogni dettaglio dall’area di partenza/arrivo, ai ristori, all’elitrasporto delle sacche degli atleti, al personale volontario lungo il percorso per garantire la sicurezza dei partecipanti. Sempre presente l’assistenza dei volontari CRI.

I Dolcissimi ringraziano atleti, volontari, soci e amici che hanno partecipato contribuendo alla buona riuscita dell’evento e danno appuntamento a runner e camminatori a domenica 6 ottobre 2019 per la sesta edizione de La Mezza dell’Acqua: mezza maratona non competitiva affiancata da corsa/camminata di 10 km e 5 km che si svolgono sul tracciato pianeggiante della ex-decauville dei Briotti (Ponte in Valtellina – SO) a 1.000 metri di quota.


Lascia un commento